Preparativi di viaggio: destinazione Basilicata!

“…Dopo Tursi, ci aspetta Valsinni con il suo parco letterario dedicato a Isabella Morra. Passeremo anche per il paese che non si può nominare, Co…”

“Fermo lì, ho già capito il posto, non c’è bisogno che finisci la frase!!”

“Ma non sarai mica scaramantico, Antonio!”

“Tu lascia stare, se non dev’essere nominato un motivo ci sarà. E, tra parentesi, io lo conosco. Tu?”

“Me ne aveva parlato un amico tanto tempo fa, ma l’ho dimenticato…”

Eh già, in Basilicata c’è un paese del quale non si può pronunciare il nome, legato a vicende di tempi passati.

Poi ci sono meravigliosi Castelli Federiciani, borghi arabi come la Rabatana di Tursi, paesi fantasma come il borgo di Craco e uno spettacolo naturale che non vediamo proprio l’ora di ammirare con i nostri occhi: i Sassi di Matera.

Fra poco meno di venti giorni ci aspetta un’altra avventura on the road, questa volta tutta italiana, in una regione che ha tutte le carte in regola per farsi amare: la Basilicata!

Citando Carlo Levi: “Nel mondo dei contadini non si entra senza una chiave di magia”.

Beh, vi confesso che sono fortunato: sono nato e cresciuto in campagna, tra gente che lavorava la terra e forse quella chiave so dove trovarla.

O forse no, sono solo uno spocchioso ragazzo di città che non ha la più pallida idea della strada da fare.

Non vedo l’ora di scoprirlo, sono impaziente di conoscere la Lucania e il Vulture, queste terre che ad oggi mi sono quasi forestiere.

L’anno scorso, di questi tempi nel mese di giugno, io e Chiara lasciavamo un pezzettino di cuore tra i trulli e le spiagge della Puglia. Quest’anno la nostra rotta è ancora verso sud, dove l’accoglienza della gente è calorosa come un abbraccio quando rientri in casa dopo la tormenta.

Basilicata coast to coast: il nostro sogno on the road italiano sta per cominciare, salite a bordo con noi?

basilicata-on-the-road
Street of Basilicata! – Photo by Luca Di Ciaccio on Foter.com / CC BY-NC-SA

BASILICATA: IL NOSTRO ITINERARIO

Il nostro viaggio in Basilicata durerà due settimane, durante le quali la esploreremo partendo da nord, dalla zona del Vulture e dei meravigliosi Castelli Federiciani di Venosa, Melfi e Lagopesole.

Venosa sarà la nostra prima fermata: qui saremo ospiti presso “Le Dimore degli Artisti”, una sistemazione di grande charme nel cuore del centro storico di uno dei borghi più belli d’Italia!

Pensate che qui hanno soggiornato tanti attori e musicisti: il nome della struttura deriva proprio dalla sua tradizione, di accogliere e coccolare artisti italiani e non. Dopotutto anche noi viaggiatori siamo un po’ artisti!

Venosa è anche la città del poeta Orazio, celebre per le sue odi e per la locuzione “Carpe Diem”, e noi non potremo fare altrimenti che cogliere l’attimo ed esplorare questa zona ricca di storia e siti archeologici.

Il viaggio proseguirà poi verso sud, per scoprire il paesaggio incredibile delle Dolomiti Lucane (qui ci sarà anche una bella sorpresa per Kiki, che non posso svelarvi per ovvie ragioni!) prima di raggiungere una destinazione che da tanto tempo abbiamo messo nella nostra lista dei sogni: Matera!

matera-panorama
Matera, la Città dei Sassi – Photo by tampurio on Foter.com / CC BY-NC

Nella fantastica Città dei Sassi saremo ospiti della Casa Vacanze “Peccato Originale”, che ha camere con vista sul Parco della Murgia Materana: non potevamo chiedere di meglio!

Gli ambienti sono stati ricavati dalla sapiente ristrutturazione di un antico edificio in tufo, tipico della zona dei Sassi: il lamione. La mia passione per l’architettura e l’archeologia qui a Matera sarà ampiamente ripagata: ci sarà davvero tanto da esplorare e soprattutto da imparare.

Per esempio, non conoscevo assolutamente la chiesa rupestre al cui nome si ispira anche la struttura dove alloggeremo. La Cripta del Peccato Originale, conosciuta anche come Cripta dei 100 santi, custodisce delle meraviglie artistiche senza pari, affreschi raffiguranti la genesi e dipinti misteriosi.

Dopo esserci persi dolcemente tra le vie e i panorami di quella che sarà la Capitale della Cultura Europea del 2019, il nostro on the road si sposterà sulla costa per qualche giorno, perchè la Basilicata è anche mare e relax!

Sarà la zona di Metaponto e Scanzano Jonico il nostro approdo sul Mar Ionio, prima di tornare nell’entroterra e scoprire alcuni tra i borghi più affascinanti di tutto il sud Italia!

craco-paese-fantasma
Veduta di Craco, il paese fantasma – Photo by Giuseppe Milo (www.pixael.com) on Foter.com / CC BY

Pisticci, Craco il paese fantasma, Aliano dove Carlo Levi visse e ambientò “Cristo si è Fermato a Eboli”, Valsinni e Tursi, dove saremo ospiti di Martine, al “The Orangery Luxury Retreat”.

Martine, cuoca di origini londinesi con una grande passione dei viaggi, ha trovato il suo posto nel mondo tra le vie della Rabatana di Tursi, un antichissimo borgo risalente al V secolo in cui i saraceni hanno lasciato una traccia indelebile non solo nell’architettura, ma anche nel dialetto locale.

Un luogo magico, mistico, dove Martine ha realizzato la sua visione di ospitalità, ristrutturando deliziosamente un antico edificio: nelle stanze del “Orangery Luxury Retreat” sarà come vivere in un sogno d’altri tempi!

Infine, la conclusione più dolce, cullati di nuovo dal mare sulle splendide spiagge di Maratea.

maratea-costa
La costa di Maratea, vista dalla città vecchia – Photo by @franck schneider on Foter.com / CC BY-NC

Sarà un coast to coast dove conosceremo tanti aspetti della Basilicata, tante storie e leggende; sarà un’avventura durante la quale faremo di tutto per non lasciare nulla al caso. E, come nel nostro viaggio nel Sud Ovest degli States, ve la racconteremo giorno per giorno sui nostri canali social!

Eccovi i link diretti per seguire il nostro viaggio:

Allora che ne dite, salite a bordo con noi? Pronti, trolley, via!!!

P.S.: il programma di viaggio è pronto, ma i consigli sono preziosi e sempre ben accetti!

Se avete qualche “soffiata” per noi, se conoscete qualche posticino segreto che vi ha fatto innamorare, se avete assaggiato una specialità che dobbiamo assolutamente provare, insomma, per qualsiasi suggerimento vogliate regalarci vi aspettiamo nei commenti!

Articolo in collaborazione con: “Le Dimore degli Artisti” di Venosa, Casa Vacanze “Peccato Originale” di Matera, “The Orangery Luxury Retreat” di Tursi. Grazie per aver creduto nel nostro progetto!

 
Foto di copertina: Craco, il paese fantasma – Photo by Drumsara on Foter.com / CC BY-NC-SA
Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Ho iniziato a viaggiare quando ero ancora bambino e da allora non ho più messo la testa a posto. Scoprire posti nuovi è la cosa che più mi piace e mi fa stare bene...E da quando conosco Chiara condivido questa passione con lei, che è la mia metà! Insieme prepariamo il trolley per la prossima destinazione, che sia una fuga d'amore, una semplice gita fuori porta o un'avventura da ricordare per tutta la vita!

Ultimi articoli sul blog

14 commenti su “Preparativi di viaggio: destinazione Basilicata!”

  1. Venosa ha davvero siti archeologici incredibili come l’Incompiuta! Sarà la vicinanza ma noi baresi abbiamo un legame speciale con la Basilicata. Non vedo l’ora di leggere il vostro on the road!

    Rispondi
    • Grazie mille Silvia, anche per noi sarà una novità assoluta! 🙂
      Non vediamo l’ora anche di scoprire anche le dimore tipiche dove dormiremo e soprattutto le persone che ci ospiteranno! 😉
      Un abbraccio!

      Rispondi
  2. Attraverso le vostre ig sembrerà di rivedere il film Basilicata coast to coast ?? Vi seguirò sicuramente

    Rispondi
    • Ahahaha grazie Alessandra! Non so se saremo all’altezza del cast favoloso di quel film, però cercheremo di fare del nostro meglio per scoprire e farvi scoprire le meraviglie di questa terra! 😉

      Rispondi
  3. Vi consiglio di fare un salto a Grottole, a pochi km da Matera. Troverete la chiesa Diruta di San Luca e Giuliano. È una chiesa diroccata rimasta così dopo un terremoto.. Ne vale davvero la pena passarci anche solo per 30 min. E poi vi consiglio Sasso di Castalia dove potreste attraversare il famoso ponte tibetano.. Il ponte alla Luna

    Rispondi
    • Buongiorno Carmela, grazie mille per le dritte! Non conoscevamo né l’una, né l’altra, quindi ci informeremo e, se possibile, cercheremo sicuramente di inserirle nell’itinerario entrambe! 😉

      Rispondi
  4. Tu spocchioso? Assolutamente no: e il vostro orto e la passione per i trekking e la natura e l’occhio fotografico per certe cose…dove li mettiamo? Sono sicura che ci racconterete e trasmetterete tutto con la chiave giusta. Nonostante siano luoghi non lontanissimi ho avuto pochissime occasioni per esplorarli. Ad esempio non vedo l’ora di saperne di più proprio su Venosa, il suo castello, il parco archeologico e sulla culla di Orazio 😉 I Sassi…beh lasciamo stare che ho un conto in sospeso con loro 😀 Non vedo l’ora di scoprire questa terra fantastica con i vostri occhi e complimenti per le scelte sulle sistemazioni, le ho googlate e sono deliziose!
    A Matera il pane è buonissimo e ricordo di aver pappato un trancio di pizza da street food proprio nei dintorni del belvedere e della Piazzetta Pascoli, madò quanto era scrocchiarella e buona 😛
    Buona domenica e buon viaggio ragazzi, come sempre vi seguirò!

    Rispondi
    • Buongiorno Orsa! Sei sempre carinissima, grazie ancora una volta! Non so quale sia il tuo conto in sospeso con i Sassi ( 🙂 ) ma ti prometto che ce la metteremo tutta per farti sentire come se fossi lì con noi ad ammirarli! 😉
      Grazie anche per il consiglio sulla pizza al taglio di Matera: ne approfitteremo volentieri!
      Un abbraccio e buon inizio settimana!

      Rispondi
  5. Sulla Basilicata non so proprio come aiutarvi, ho solo visto Matera qualche ora durante un mio viaggio in Puglia.. ma era talmente vicina che non ho saputo resistere. Spettacolare!
    Piuttosto sono pronto a seguirvi in quest’avventura! Vi confesso che ho altre regione italiani piazzate nella lista per il futuro, ma mi auguro di poter inserire pure la Basilicata tramite i vostri racconti.
    Buon viaggio 🙂

    Rispondi
    • Buongiorno Pietro e grazie! In effetti la Puglia è proprio a due passi, quindi un’escursione “oltre confine” vale assolutamente la pena! Noi l’anno scorso, quando ci trovavamo in Valle d’Itria, siamo stati tentati di fare la stessa cosa, poi ci siamo ripromessi di dedicarci alla Basilicata al 100%…ed eccoci qua! 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: