trekking sassi di roccamalatina

Trekking nel Parco dei Sassi di Roccamalatina

Cari lettori di Un Trolley Per Due, questa settimana vi vogliamo parlare di un trekking spettacolare sulle nostre colline modenesi, nel contesto naturale dei Sassi di Roccamalatina.

Avevamo in programma questa escursione da lungo tempo e con l’arrivo della primavera si è presentata finalmente l’occasione giusta per scoprire questa zona al confine tra la provincia di Modena e quella di Bologna.

Indossiamo le scarpe da trekking e pronti, trolley…via!

trekking sassi di roccamalatina
Trekking ai Sassi di Roccamalatina, in provincia di Modena

Come raggiungere il Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina

L’area naturale dove potrete ammirare i Sassi di Roccamalatina si trova a pochi chilometri da Guiglia, un piccolo comune vicino alla più famosa città di Vignola, della quale vi abbiamo recentemente parlato in occasione della passeggiata lungo la Via dei Ciliegi.

Il parco si estende per circa 2.300 ettari (23 chilometri quadrati) e comprende, oltre al territorio di Guiglia, anche i comuni di Marano sul Panaro e Zocca, arrivando a lambire il confine con la provincia di Bologna.

Per raggiungere in poco tempo i Sassi di Roccamalatina ci sono due parcheggi che vi consigliamo: il primo si trova in località Pieve di Trebbio, il secondo è invece il parcheggio La Casellina a Rocca Malatina, punto di partenza della nostra escursione.

Entrambi i parcheggi sono gratuiti.

trekking ai sassi di roccamalatina
Trekking ai Sassi di Roccamalatina

Cosa sono i Sassi di Roccamalatina?

Lo spettacolo che regala questa zona collinare a ridosso della Valle del Panaro è impressionante, con monoliti di roccia alti fino a 70 metri, che si possono ammirare anche da grandi distanze.

Questi giganteschi affioramenti sono il risultato dell’erosione millenaria degli agenti atmosferici, che ha separato l’arenaria, più resistente all’azione disgregatrice, dalle rocce argillose e marnose.

I pinnacoli ci hanno ricordato quelli che abbiamo visto a Meteora nella Grecia Centrale, e in effetti il processo di formazione è stato quasi identico.

Grazie ai pannelli informativi che si trovano nei pressi del centro visitatori Borgo dei Sassi, ho cercato di immaginare come potesse apparire il territorio 25 milioni di anni fa, quando questi monoliti erano sotto il livello marino. Proprio così: quelle che oggi sono dolci colline, un tempo erano scoscese pareti di un canyon in cui scorreva l’acqua del mare.

Se volete un’idea più rappresentativa di come fosse la Pianura Padana all’epoca della sedimentazione dei Sassi di Roccamalatina, date un’occhiata a questo sito.

anello dei sassi di roccamalatina
Belvedere Torre del Castellaro, punto di partenza dell’anello dei Sassi di Roccamalatina

Trekking ai Sassi di Roccamalatina: quale percorso scegliere?

All’interno del territorio del Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina ci sono diverse opportunità per gli escursionisti: dalle semplici passeggiate ai percorsi più lunghi, che permettono di raggiungere vari punti panoramici.

Per il nostro trekking abbiamo scelto l’itinerario n. 3, definito l’anello dei Sassi: un’escursione abbastanza impegnativa di circa 9 chilometri, che si sviluppa tutt’intorno alle spettacolari formazioni rocciose.

Se avete una giornata a disposizione e volete godervi al 100% il paesaggio dei Sassi di Roccamalatina, questa è sicuramente la scelta migliore. Si tratta di una completa immersione nella natura, che alterna saliscendi a vedute magnifiche.

Il sito ufficiale del parco indica come punto di partenza Pieve di Trebbio, ma potete scegliere di partire anche dal parcheggio della Casellina a Rocca Malatina, come abbiamo fatto noi.

torre del castellaro roccamalatina
Torre del Castellaro, Roccamalatina
itinerari parco dei sassi di roccamalatina
Itinerari nel Parco dei Sassi di Roccamalatina

Trekking ai Sassi di Roccamalatina: dalla Torre del Castellaro al Mulino delle Vallecchie

Seguendo lo stesso nostro percorso il primo punto di osservazione che si raggiunge in poco meno di cinque minuti è quello nei pressi della Torre del Castellaro, risalente al Trecento.

Nelle vicinanze si trova anche il ristorante Il Faro, che ha una terrazza panoramica perfetta per un aperitivo al tramonto, ma di questa ne parleremo più tardi!

Seguiamo le indicazioni verso Pieve di Trebbio, che raggiungiamo dopo poco, poi verso il Mulino delle Vallecchie: in questo primo tratto il percorso è tutto in discesa, con belle vedute verso i Sassi di Roccamalatina e la Valle del Panaro.

Ci fermiamo poi al Mulino delle Vallecchie, all’ombra dei grandi alberi che si affiancano al torrente che un tempo, nel Cinquecento, teneva in movimento l’antico mulino ad acqua che oggi è un agriturismo. Nelle vicinanze si trova anche un fonte d’acqua solforosa.

Dal Mulino delle Vallecchie al Borgo dei Sassi

La risalita inizia dal Mulino delle Vallecchie, dal quale raggiungiamo la trattoria Sant’Apollonia, nelle vicinanze del borgo di Castellino delle Formiche. 

In questo tratto si hanno forse gli scorci più belli sui Sassi di Roccamalatina, poi il percorso attraversa un tratto di bosco e ci porta nei pressi della Sorgente della Riva, vicino alla quale si trova un altro antico mulino, non più funzionante, e un’area pic-nic con griglie.

Da questo punto in poi ha inizio il tratto di salita più impegnativo, lungo circa 1,3 chilometri, su fondo in terra battuta nel bel mezzo del bosco.

L’arrivo al Borgo dei Sassi, dove si trova anche il centro visitatori e una fontana, costituisce la fine del trekking e delle fatiche, oltre a restituirci la visione delle spettacolari formazioni rocciose.

sassi di roccamalatina
I Sassi di Roccamalatina, sulle colline modenesi
anello dei sassi di roccamalatina
Ponticello lungo l’anello dei Sassi di Roccamalatina
sassi di roccamalatina
I Sassi di Roccamalatina

La terrazza panoramica del Sasso della Croce

All’interno del borgo medievale, a fianco del centro visitatori, si trovano le scale che conducono alla sommità del Sasso della Croce.

Questo percorso, indicato come il n. 4 del parco, è a pagamento e costa 3 euro a persona: il ticket si acquista all’Info Point, prima di salire. 

Da notare che l’accesso è possibile soltanto nelle giornate di sabato, domenica, festivi e prefestivi, dalle 10 alle 19

La terrazza panoramica del Sasso della Croce regala splendide vedute a 360 gradi, ma se siete stanchi dopo il lungo trekking intorno ai Sassi di Roccamalatina, potete optare per un aperitivo con vista nel vicino ristorante Il Faro.

tramonto sassi di roccamalatina
Tramonto ai Sassi di Roccamalatina
aperitivo sassi di roccamalatina
Aperitivo con vista sui Sassi di Roccamalatina

Trekking ai Sassi di Roccamalatina: info utili

Dove: Rocca Malatina, frazione di Guiglia (MO) 

Quando: tutto l’anno

Lunghezza del percorso: 10 km (ad anello)

Tempo complessivo: 5 ore

Dislivello positivo: 350 metri

Difficoltà: media. Il percorso è su strada asfaltata o terra battuta e non presenta alcuna difficoltà tecnica. Impegnativa la salita finale dalla Sorgente della Riva al Borgo dei Sassi (circa 1,3 chilometri). 

Cosa portare: scarpe da escursionismo, acqua almeno 1,5 litri a persona (possibilità di rifornimento solo al termine del trekking, in corrispondenza del Borgo dei Sassi), cappello.

Visualizza e scarica la traccia gpx

Fontana al Borgo dei Sassi, l’unica che abbiamo trovato sul percorso

Sei interessato ad altri trekking sull’Appennino Modenese?

Leggi i nostri articoli:

In cammino lungo la Via Vandelli: da Cento Croci a Fabbrica di Pievepelago

L’anello del Monte Nuda

Trekking alle Cascate del Doccione

Trekking sul Cimone: dal Lago della Ninfa a Pian Cavallaro

Trekking sul Monte Cimone dalle Polle di Riolunato

Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Ho iniziato a viaggiare quando ero ancora bambino e da allora non ho più messo la testa a posto. Scoprire posti nuovi è la cosa che più mi piace e mi fa stare bene...E da quando conosco Chiara condivido questa passione con lei, che è la mia metà! Insieme prepariamo il trolley per la prossima destinazione, che sia una fuga d'amore, una semplice gita fuori porta o un'avventura da ricordare per tutta la vita!

Articoli correlati

2 commenti su “Trekking nel Parco dei Sassi di Roccamalatina”

  1. Spettacolare !!! e visto che questo paradiso è a pochi passi da noi, sicuramente a breve farò il vostro percorso consigliato.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER