monopattino elettrico a Modena

Noleggiare un monopattino elettrico a Modena: guida e itinerario nel centro storico e dintorni

Finalmente anche a Modena, la nostra città, sono disponibili i monopattini elettrici a noleggio.

Li abbiamo aspettati a lungo, divertendoci prima ad utilizzarli in giro per il mondo: Los Angeles, San Francisco, Copenhagen. Senza capire perché, qui in Italia, dovessimo sempre attendere un’infinità prima di poter avere a disposizione un servizio pratico, divertente e soprattutto green!

Ora che questo servizio di sharing innovativo ed ecosostenibile è attivo anche sotto la Ghirlandina, vi spieghiamo come noleggiare un monopattino elettrico a Modena e cosa vedere nel centro storico e dintorni, con un itinerario esclusivo e testato personalmente.

Pronti, trolley…via!

monopattino elettrico a modena guida al noleggio

NOLEGGIARE UN MONOPATTINO ELETTRICO A MODENA: GUIDA E INFO UTILI

Come noleggiare un monopattino elettrico a Modena? Niente di più semplice!

Helbiz, società di fama internazionale specializzata nella mobilità intra-urbana, ha predisposto per la città di Modena ben 250 monopattini elettrici: un numero considerevole, che ne garantisce la disponibilità in tutto il centro storico e dintorni.

Per noleggiarli vi consigliamo innanzitutto di diventare clienti di Telepass Pay: avrete lo sblocco del monopattino elettrico e i primi 30 minuti di ogni corsa completamente gratis!

Davanti a questa affermazione si può rimanere sbalorditi, ma l’app di Telepass Pay non solo vi da questa fantastica possibilità, vi permette di avere tanti altri vantaggi esclusivi e di fare tante altre cose, dal pagamento del parcheggio su strisce blu alla prenotazione dei biglietti di Trenitalia. 

Di fatto, una volta scaricata sul proprio smartphone, l’applicazione di Telepass Pay diventa una compagna di viaggio insostituibile!

Di pari passo con i servizi offerti, che aumentano di giorno in giorno, Telepass Pay ha inaugurato anche uno spazio editoriale ricco di idee, consigli e itinerari in tutta Italia: se siete curiosi di saperne di più, correte sul sito web T va di Partire.

monopattino elettrico a modena
Scoprire Modena sui monopattini elettrici con Telepass Pay non è mai stato così semplice ed economico

NOLEGGIARE UN MONOPATTINO ELETTRICO CON L’APP TELEPASS PAY

Una volta registrati sul sito web e diventati clienti (Telepass Pay Plus a 1,26 Euro per i primi 2 mesi o Telepass Pay X gratis per 2 anni) avrete un’ampia gamma di servizi a vostra disposizione, compresa l’applicazione dedicata alla mobilità sostenibile.

L’app Telepass Pay può essere scaricata su qualsiasi smartphone, Android o iPhone: aprendola, verrà visualizzata una mappa del luogo dove vi trovate e tutti i monopattini disponibili nei dintorni.

Selezionando il monopattino, vi basterà poi avvicinarvi fisicamente allo stesso e inquadrare il QR code posto al centro del manubrio: un messaggio avviserà dello sblocco e sarà possibile iniziare la corsa. Semplice, rapido, economico: avrete i primi 30 minuti gratuiti a ogni corsa che effettuerete, al termine dei quali si potrà continuare ad utilizzare il monopattino elettrico pagando 20 cent al minuto. Per noi, scoprire Modena in Monopattino non è mai stato così facile e smart!

monopattino elettrico a modena

ITINERARIO NEL CENTRO STORICO DI MODENA IN MONOPATTINO ELETTRICO

Utilizzare il monopattino elettrico a Modena è stato molto divertente e ci ha permesso di raggiungere i luoghi più famosi della nostra città in poco tempo: questo particolare, per chi ha in programma una visita di mezza giornata nel centro storico di Modena e dintorni, è un aspetto da non sottovalutare.

Inoltre, il monopattino a noleggio si può lasciare ovunque (nel rispetto delle norme) senza il pensiero che qualcuno ce lo possa rubare: l’ideale per visitare monumenti e palazzi storici, senza pensieri.

Il nostro itinerario in monopattino elettrico a Modena inizia dal Palazzo dei Musei, uno storico edificio costruito ai tempi degli Estensi, che oggi oltre all’importante esposizione permanente ospita diverse mostre temporanee dedicate ad artisti e fotografi di fama internazionale.

Siamo alle porte del centro storico, un punto perfetto per iniziare il nostro tour di Modena alla scoperta delle sue bellezze.

itinerario in monopattino a modena
Il nostro itinerario in monopattino nel centro storico di Modena e dintorni

ITINERARIO IN MONOPATTINO ELETTRICO A MODENA: IL DUOMO, LA GHIRLANDINA, PIAZZA GRANDE E LA VIA EMILIA

Seguendo la Via Emilia, ben presto si raggiunge Corso Duomo, dove è possibile ammirare la splendida facciata medievale della Cattedrale di Modena. Alle sue spalle, la bianca e splendente torre Ghirlandina si innalza nel cielo azzurro, punto di riferimento da sempre dei modenesi: per ammirarla in tutto il suo splendore basta spostarsi in Piazza Grande, il cuore della città di Modena

Nel vicino Mercato Albinelli, altro luogo storico della città, si possono acquistare i prodotti tipici locali, mentre sfrecciando in sella al nostro monopattino sulla Via Emilia si passano in rassegna tutti i negozi del centro città: ci troviamo nella via dello shopping e dello struscio cittadino, sempre molto animata, di giorno e di sera.

ghirlandina di modena

ITINERARIO NEL CENTRO STORICO: DA VIA FARINI ALLA STATUA DI PAVAROTTI

Svoltiamo a sinistra in Via Farini, sotto il cui portico si intervallano botteghe storiche e negozi di abbigliamento, e la percorriamo fino in fondo, dove il magnifico Palazzo Ducale fa da sfondo alla rinnovata Piazza Roma.

Quando Modena divenne capitale del Ducato Estense, il Duca Francesco I d’Este fece costruire questa imponente residenza, tutt’ora annoverata tra le più prestigiose regge di tutta Europa e sede della Corte Estense fino al 1859. Oggi il Palazzo Ducale è sede dell’Accademia Militare di Modena: prenotando la visita, è possibile ammirare il Cortile d’Onore, la Sala Museale e molte altre stanze e luoghi affascinanti della residenza che fu della Famiglia Estense.

Libera dal traffico, Piazza Roma è l’ideale per divertirsi a bordo dei monopattini elettrici, zigzagando intorno alle fontane a raso. Ci dirigiamo verso la Biblioteca Delfini, la più importante di Modena: nelle stesso storico Palazzo Santa Margherita è ospitato il Museo della Figurina, un’esposizione unica ed emozionante nel suo genere, che permette anche a noi adulti di tornare bambini!

Pochi metri a bordo del monopattino elettrico in Corso Canalgrande ed eccoci di fronte alla statua di uno dei personaggi che più ha dato lustro alla città nel mondo: Luciano Pavarotti. Big Luciano, scolpito nel bronzo con il suo sorriso solare e l’immancabile fazzoletto nella mano sinistra, come era solito stringere al termine dei suoi concerti, sembra voler abbracciare tutti noi!

cosa vedere a modena in monopattino

piazza roma modena
Piazza Roma e il Palazzo Ducale
palazzo ducale modena
Il Palazzo Ducale di Modena, oggi sede dell’Accademia Militare

COSA VEDERE NEI DINTORNI DEL CENTRO STORICO 

Come già vi abbiamo anticipato, il monopattino elettrico a noleggio con Telepass Pay è il mezzo ideale per scoprire i dintorni del centro storico di Modena.

La rete ciclabile cittadina si può sfruttare, per esempio, per raggiungere il Teatro Storchi e ammirare lo skyline di Modena da un punto di vista diverso: in corrispondenza della Fontana dei Due Fiumi si può godere di uno scorcio unico, con la torre Ghirlandina che svetta sui palazzi del centro.

Il Museo Casa Enzo Ferrari è un’altra attrazione nei dintorni del centro storico di Modena da non perdere: un tuffo nella storia del Cavallino Rampante nel luogo dove nacque quel genio visionario di Enzo Ferrari. Come un immenso tempio, l’innovativo padiglione di oltre 2500 metri quadrati ospita una collezione unica di auto Ferrari, da quelle scese in pista in Formula Uno ai bolidi da strada. Imperdibile ed emozionante, la visita permette di scoprire anche alcuni cimeli appartenuti al Drake e di ammirare le stanze in cui ha avuto origine il mito, oltre all’officina meccanica appartenuta al padre Alfredo.

Secret Tips: se volete ascoltare alcuni aneddoti segreti su Enzo Ferrari, visitate il negozio del suo barbiere in Corso Canalgrande, Massimo d’Elia.

A proposito di segreti, c’è un luogo di Modena che amiamo molto, tranquillo e poco conosciuto ai più, che in monopattino si può raggiungere senza problemi: si tratta del Cortile della Spezieria, nel Monastero di San Pietro. Non è sempre accessibile, ma se siete fortunati potrete ammirare uno dei luoghi a nostro avviso più romantici di Modena, con un’atmosfera speciale.

casa museo enzo ferrari modena
Il Museo Enzo Ferrari di Modena

cortile della spezieria modena

Il nostro itinerario in monopattino elettrico a Modena termina qui: si può tornare al punto di partenza, il Palazzo dei Musei, percorrendo l’ampia ciclabile dei viali di Modena, oppure concludere la visita raggiungendo lo storico Mercato Albinelli, per acquistare qualche prodotto tipico come i tortellini o l’aceto balsamico, oppure pranzare in uno dei tanti locali al suo interno.

Con i nostri consigli speriamo di avervi dato un’idea simpatica ed alternativa per visitare Modena in maniera divertente, smart ed ecosostenibile. Vi aspettiamo!

modena veduta

Il presente articolo è frutto di una collaborazione con Telepass Pay: partecipando all’evento che la società ha organizzato nella nostra città assieme ad Helbiz, abbiamo provato personalmente i monopattini elettrici. Tutto ciò che abbiamo raccontato è frutto della nostra libera e personale esperienza.

Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Ho iniziato a viaggiare quando ero ancora bambino e da allora non ho più messo la testa a posto. Scoprire posti nuovi è la cosa che più mi piace e mi fa stare bene...E da quando conosco Chiara condivido questa passione con lei, che è la mia metà! Insieme prepariamo il trolley per la prossima destinazione, che sia una fuga d'amore, una semplice gita fuori porta o un'avventura da ricordare per tutta la vita!

Ultimi articoli sul blog

6 commenti su “Noleggiare un monopattino elettrico a Modena: guida e itinerario nel centro storico e dintorni”

  1. In un periodo in cui si sente ovunque parlar male dei monopattini, finalmente un articolo positivo (e propositivo)! Decisamente allettante il sistema che permette il pagamento del parcheggio e della prenotazione dei biglietti. Le comodità di utilizzo sono tantissime, trovo tutto molto ben congegnato, anche l’itinerario già pronto (pronto anche in tavola, magari) 😛
    Guarda… M va di partire, troppo troppo troppo, ma devo ancora avere pazienza! 😉 Salvo tutte le vostre indicazioni!

    Rispondi
  2. Noi siamo fan di lunga data del Telepass e ultimamente la sua app la usiamo spesso per pagare la sosta nel centro di Torino! Davvero davvero molto utile…
    Non abbiamo mai utilizzati i monopattini ma questo vostro articolo ci fa proprio venire voglia di salire su e partire immediatamente alla scoperta degli angoli più nascosti di Torino!
    Modena è da sempre nella nostra lista delle città italiane da vedere e sicuramente utilizzeremo questo itinerario e magari questo metodo per scoprirla!
    Fighissima la vostra mappa personalizzata!

    Rispondi
  3. Onesto? Nulla in contrario al monopattino, ma io preferisco nettamente i giri turistici in bici! Bell’articolo comunque!

    Rispondi
    • Ci sta, Giovanni! Finché non li ho provati, i monopattini non erano tra le mie soluzioni preferite e anche io prediligevo la bicicletta, però ora devo ammettere che rappresentano un modo divertente per scoprire una città! Ti aspettiamo a Modena! 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: