cosa vedere a bassano del grappa

Cosa vedere a Bassano del Grappa, la città del Ponte Vecchio

Bassano del Grappa possiede uno dei centri storici più belli del Veneto e nell’immaginario comune è legata indissolubilmente al suo Ponte Vecchio: oggi ti darò qualche consiglio su cosa vedere in città in un giorno.

Ai piedi delle Prealpi Venete, nella valle in cui scorre il fiume Brenta, Bassano del Grappa è una destinazione ideale per una gita fuori porta nel fine settimana: oltre alla vasta offerta culturale ed escursionistica, qui ci si può dedicare senza dubbio all’enogastronomia.

Pronti, trolley…via!

Il Ponte Vecchio di Bassano del Grappa

Il Ponte Vecchio, noto anche come Ponte degli Alpini, è il simbolo della città e il monumento che apre le porte al centro storico, racchiuso all’interno dell’antica cinta muraria.

Anche se soltanto recentemente è stato dichiarato Monumento Nazionale, esiste in questo luogo già dal 1200, mentre il disegno originale della struttura attuale risale al 1569 ed è opera del Palladio, uno dei più importanti architetti del Rinascimento Italiano.

Come potrai immaginare, nel corso dei secoli ha subito numerosi danni a cui sono seguite le ricostruzioni: l’ultima è successiva alla Seconda Guerra Mondiale, per opera degli alpini.

Ad oggi è uno dei rarissimi ponti storici in legno rimasti in Europa, sotto al quale scorre il fiume Brenta e dal quale si può osservare il magnifico Massiccio del Monte Grappa.

Largo fino a 8 metri, è stato progettato dal Palladio per assumere il ruolo di piazza del paese ed in effetti sono tantissimi, non solo turisti, che qui si fermano per fare due chiacchiere, respirare la storia e godere dei panorami che circondano il ponte.

Alle due estremità del Ponte Vecchio si trovano da una parte il Museo del Ponte degli Alpini, al quale si accede attraverso un’antica taverna, e dall’altra parte la storica Grapperia Nardini, tappa fondamentale per una degustazione di distillati locali.

cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini
Veduta dal Ponte Vecchio di Bassano del Grappa
ponte vecchio bassano del grappa
Ponte Vecchio, Bassano del Grappa
ponte vecchio bassano del grappa
Il Ponte Vecchio di Bassano del Grappa

L’antica distilleria Nardini

Risalente al 1779, la Nardini a Bassano del Grappa è riconosciuta come la prima distilleria italiana.

L’antica arte della distillazione era nota già dal Medioevo e nella zona vitivinicola della Val di Cembra veniva tramandata di casa in casa grazie agli alambicchi portatili.

Bortolo Nardini, dopo aver imparato il mestiere, decise di spostarsi a Bassano del Grappa, crocevia fondamentale dei commerci tra Venezia e la Valsugana: qui apre i battenti del primo locale con alambicco fisso, facendo in modo che fossero i contadini a muoversi verso la città per distillare le vinacce.

Nell’attuale Grapperia Nardini, oltre ad acquistare le grappe, potrete iniziare anche la visita guidata ai locali storici e imparare i segreti della distillazione: l’esperienza dura circa 1 ora e mezza e nel fine settimana è su prenotazione.

Cosa vedere a Bassano del Grappa: Poli Museo della Grappa 

Pochi passi separano il Ponte Vecchio dal Museo della Grappa Poli, un concentrato di storia suddiviso in 5 spazi espositivi ad accesso gratuito.

Se non avete molto tempo a disposizione, è un’ottima alternativa alla visita guidata organizzata dalla Grapperia Nardini: all’interno potrete ammirare i primi alambicchi portatili, apprendere le antiche tecniche di distillazione della vinaccia, osservare video e illustrazioni che spiegano bene l’evoluzione della produzione.

Infine, ovviamente, potrete acquistare le grappe Poli nel grande e fornitissimo showroom.

Si può anche prenotare una degustazione di 5 diversi prodotti al costo di 3,5 euro a persona.

poli museo grappa bassano
Poli Museo della Grappa a Bassano
cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: Poli Museo della Grappa

Cosa vedere a Bassano del Grappa: il Castello degli Ezzelini

La quarta tappa del nostro itinerario a piedi a Bassano del Grappa è il Castello degli Ezzelini, la fortezza che domina lo skyline della città.

Torre Bolzonella è alta circa 30 metri ed era il baluardo difensivo della cittadella, che ha origini antichissime ed era considerata inespugnabile, mentre le mura che oggi si possono osservare risalgono al XII secolo.

L’area esterna e il camminamento si possono visitare gratuitamente, mentre l’interno del castello è aperto al pubblico a pagamento (su prenotazione) ed ospita spesso mostre temporanee.

Nei fine settimana si può accedere anche all’interno del Duomo di Santa Maria in Colle, risalente al 998.

cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: il Castello degli Ezzelini
castello degli ezzelini bassano
Veduta dal Castello degli Ezzelini, Bassano del Grappa
Veduta dal Castello degli Ezzelini, Bassano del Grappa

La Libreria di Palazzo Roberti

La nostra passeggiata nel centro storico di Bassano del Grappa continua lungo il panoramico Viale dei Martiri, fino all’incontro con Porta delle Grazie, storico accesso orientale alla città.

Qui svoltiamo a destra e percorriamo Viale delle Fosse seguendo le Mura Viscontee, poi ancora a destra su Via Jacopo da Ponte: poco più avanti troviamo la Libreria di Palazzo Roberti, che ti consiglio assolutamente di visitare.

Custodita all’interno di un palazzo nobiliare del Seicento, emana un fascino d’altri tempi e rappresenta uno spazio culturale molto amato dagli abitanti di Bassano del Grappa.

Si sviluppa su tre piani e ci si può trovare di tutto, oltre ad assistere ovviamente a presentazioni di libri e incontri con gli autori.


Leggi anche:

Cosa vedere a Valeggio e Borghetto sul Mincio

Piazza Garibaldi e il Museo Civico di Bassano del Grappa

Siamo ormai nel cuore del centro storico e con pochi passi raggiungiamo Piazza Garibaldi, fulcro della vita cittadina, sulla quale si affacciano alcuni tra i più importanti edifici della città.

Da un lato la Chiesa di San Francesco, realizzata con pietre e ciottoli del fiume Brenta, dall’altro la Torre Civica di Bassano del Grappa, risalente al Trecento, alta fino a 43 metri: si può salire fino in cima, per godere di un panorama a 360 gradi.

Da non perdere il Museo Civico, uno dei più antichi di tutto il Veneto, ospitato all’interno di quello che era il Convento di San Francesco.

Location d’eccezione per un percorso espositivo di primo livello: dai dipinti di Jacopo Dal Ponte all’ala dedicata ad Antonio Canova, dai gioielli e pietre preziose della sezione archeologica a quella medievale, senza dimenticare le numerose esposizioni temporanee della Galleria Civica.

cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: Piazza Garibaldi

Cosa vedere a Bassano del Grappa: Piazza Libertà e la Chiesa di San Giovanni

La nostra prossima tappa è l’elegante Piazza Libertà, con i palazzi nobiliari e i tavolini dei caffè cittadini, i porticati e la statua del Leone di San Marco, ad eterna testimonianza del dominio veneziano.

Il lato meridionale della Piazza è quasi interamente occupato dalla facciata monumentale neo-palladiana della Chiesa di San Giovanni.

Ci si potrebbe così aspettare che gli interni siano all’altezza della grandiosa facciata, ma in realtà lo spazio si sviluppa praticamente parallelo alla stessa e non in profondità. 

Vale comunque la pena entrare per ammirare la meravigliosa Cappella del Sacramento, risalente al Quattrocento.

Prima di proseguire nella nostra passeggiata nel centro storico di Bassano del Grappa, fermiamoci alla Bottega del Pane Beltrame, storico panificio cittadino dove acquistare e assaggiare le famose “Pizzette Beltrame”.

cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: Piazza Libertà e la Chiesa di San Giovanni
Piazza Libertà, Bassano del Grappa

Piazza Montevecchio e il Palazzo delle Misture

Piazza Montevecchio è più raccolta ed intima rispetto alle precedenti, ma non per questo meno affascinante.

Bisogna considerare infatti che un tempo questa era considerata la più importante piazza cittadina, sulla quale si affacciava il Monte di Pietà, istituzione che ebbe un ruolo fondamentale nella crisi creditizia che attraversò Bassano del Grappa verso la fine del 1400.

Oggi il Palazzo delle Misture, oltre a conservare sulla sua facciata il più antico simbolo di Bassano del Grappa, i due leoni rampanti e la torre, ospita al suo interno un jazz cafè alla moda, uno dei locali di riferimento della movida notturna bassanese.

Cosa vedere a Bassano del Grappa: Palazzo Sturm, il Museo Remondini e il Palazzo della Ceramica

La nostra passeggiata ci porta al cospetto di una delle più belle dimore storiche di Bassano del Grappa: Palazzo Sturm.

L’edificio venne costruito nel XVIII secolo e fu realizzato in modo tale che l’accesso potesse avvenire direttamente dalle rive del Brenta.

Quella che un tempo era una dimora nobiliare oggi ospita al suo interno ben 2 spazi espositivi.

Il Museo Remondini è uno dei pochi in Italia interamente dedicati alla stampa e si tratta di un vero viaggio nel tempo, lungo più di 200 anni: si parte da Gutenberg fino alle carte decorate del 1800.

Dal 1992 Palazzo Sturm è sede anche del Museo della Ceramica, che espone una ricca collezione di maioliche e porcellane. Entrambi i musei sono a pagamento.

Da non perdere la terrazza panoramica, alla quale si può accedere gratuitamente, che offre una splendida veduta sul Ponte degli Alpini e sul centro storico di Bassano del Grappa.

palazzo sturm bassano del grappa
Palazzo Sturm, Bassano del Grappa
cosa vedere a bassano del grappa
Cosa vedere a Bassano del Grappa: la terrazza panoramica di Palazzo Sturm

Sulle rive del Brenta: l’Alta Via del Tabacco

Prima del tramonto, superiamo il Ponte Vecchio e ci dirigiamo sulla riva destra del Brenta, seguendo un piccolo tratto del sentiero denominato “Alta Via del Tabacco”.

Bassano del Grappa è il punto di partenza di questo itinerario escursionistico che si sviluppa nella valle creata dal fiume per circa 35 chilometri, fino a toccare il piccolo abitato di Costa.

Nella seconda metà del Seicento, lungo il Canale del Brenta si iniziò a coltivare il tabacco: il commercio di contrabbando fu fondamentale per garantire una vita dignitosa alle popolazioni dell’area.

Da qui il nome del percorso escursionistico, che per noi è l’occasione per aspettare il tramonto, rilassandoci sulle rive del fiume e ammirando ancora una volta il centro storico di Bassano del Grappa, illuminato da una luce magica.

cosa vedere a bassano del grappa
Veduta su Bassano del Grappa dalla riva destra del Brenta
alta via del tabacco
Seguendo l’Alta Via del Tabacco a Bassano del Grappa
alta via del tabacco bassano del grappa
Alta Via del Tabacco, Bassano del Grappa

La nostra passeggiata termina qui: spero di averti dato tante idee su cosa vedere a Bassano del Grappa in un giorno, uno dei borghi medievali più belli del Veneto.

La visita può essere abbinata a Marostica e Soave: presto ti racconterò di una bella escursione a piedi con partenza dal centro di quest’ultima cittadina.

Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Ho iniziato a viaggiare quando ero ancora bambino e da allora non ho più messo la testa a posto. Scoprire posti nuovi è la cosa che più mi piace e mi fa stare bene...E da quando conosco Chiara condivido questa passione con lei, che è la mia metà! Insieme prepariamo il trolley per la prossima destinazione, che sia una fuga d'amore, una semplice gita fuori porta o un'avventura da ricordare per tutta la vita!

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER