cres croazia

15 cose da sapere sull’isola di Cres in Crozia

Quando abbiamo deciso di trascorrere le nostre vacanze in Croazia, la scelta dell’isola dove fare mare non è stata semplicissima, ma non appena ci siamo imbattuti in qualche informazione su Cres abbiamo capito subito che era il posto giusto per noi!

Le premesse sulla guida erano: natura incontaminata, isola selvaggia, poca gente in giro, qualche trekking da fare per raggiungere le spiagge più belle, buon cibo.

Perfetto: questa è l’isola che fa al caso nostro!

Quello che però mi sento di dire, al ritorno dal nostro viaggio, è che Cres non è per tutti.

Per questo ho preparato un piccolo vademecum con 15 cose da sapere sull’isola di Cres in Croazia, che vi sarà utile se avete intenzione di passare le vacanze su questa isola da sogno.

cres croazia strada verso il mare
Una delle strade di Cres

1 – SI DICE ZRES

Partiamo dalle basi: Cres in lingua croata, Cherso in italiano. Se quando ne parlate volete tenere il nome croato, sappiate che si pronuncia Zres

 

2 – LE KUNE

Sull’isola di Cres gli acquisti si fanno in kune, la valuta ufficiale croata: 1 euro corrisponde circa a 7,50 kune. 

Non abbiate fretta nel cambiare gli euro con le kune; appena oltrepassato il confine croato, troverete ai bordi della strada diversi chioschi per il cambio valuta. Sappiate che non sono per nulla convenienti, a noi hanno proposto un cambio a 7,04!

Molto meglio aspettare e cambiare direttamente in un ufficio di cambio valuta in città, o prelevare al bancomat le kune di volta in volta. 

Noi abbiamo spesso pagato con la carta: solamente in un ristorante accettavano solo contanti.

Leggi anche:

CROAZIA ON THE ROAD: IL NOSTRO ITINERARIO

 

3 – IL PASSAGGIO IN SLOVENIA

Per raggiungere Cres dall’Italia, dovrete necessariamente attraversare un tratto, seppur breve, di Slovenia.

Attenzione: per non incorrere in sanzioni, sulle autostrade della Slovenia vige l’obbligo di esporre una vignetta.

Il bollino autostradale si può acquistare in autogrill, prima di varcare il confine, oppure presso qualunque distributore di benzina una volta in Slovenia. Per le auto di categoria 2, il bollino settimanale costa 15 euro, mentre quello mensile 30 euro.

Per evitare questa spesa, dovrete uscire dall’autostrada poco prima del confine e impostare sul vostro navigatore “evita autostrade” ed “evita pedaggi”, con destinazione Cres.

Una volta superata la dogana croata non avrete più questo problema e potrete tranquillamente utilizzare l’autostrada.

 

4 – IL TRAGHETTO PER RAGGIUNGERE CRES IN CROAZIA

Per raggiungere l’isola di Cres con la vostra auto avete due possibilità: o il traghetto da Brestova, nel sud dell’Istria, oppure dal porto di Valbiska sull’isola di Krk, quest’ultima collegata alla terraferma da un ponte.

Entrambe le traversate sono operate dalla compagnia di navigazione Jadrolinija e durano poco più di 20 minuti. 

I biglietti si possono comprare online (consigliato in alta stagione), oppure direttamente sul posto: mettetevi in coda, spegnete l’auto e recatevi al chiosco per acquistare i tickets. 

Il costo della traversata da Brestova a Porozina è di 126 kune (2 adulti+auto), pari a circa 17 euro.

traghetti cres croazia
I traghetti della compagnia Jadrolinija effettuano i collegamenti tra Brestova e l’isola di Cres

5 – LE SCARPE

Due paia di scarpe saranno fondamentali per la vostra vacanza a Cres: da ginnastica, meglio ancora se da escursionismo, e un paio di scarpe da scoglio.

Se deciderete di visitare le meravigliose spiagge di Cres via terra, preparatevi a fare molti trekking: per alcuni ci impiegherete circa 15/20 minuti, ma le scarpe da ginnastica saranno indispensabili per fare i sentieri agevolmente.

Io sono del team “con le infradito vado dappertutto”, ma fidatevi che in molte situazioni non saranno sufficienti!

Altre scarpe fondamentali sono quelle da scoglio, sia per camminare sulla spiaggia, sia per fare il bagno: la maggior parte delle spiagge sono di sassi o ciottoli.

cres plaza kruscica
Per raggiungere la baia di Plaza Kruscica dovrete fare un piccolo trekking

6 – CRES NON È UNA META ECONOMICA

Un errore comune, che abbiamo fatto anche noi, è stato quello di pensare che la Croazia, e in particolare Cres, fosse una meta economica: non è assolutamente così!

Gli alloggi sull’isola, complice anche la scarsa offerta ricettiva, sono abbastanza cari. Come già in altre occasioni, avevamo dato un’occhiata sul sito web di Voyage Privé per eventuali offerte last minute, ma ci siamo accorti che le strutture di Cherso spesso possono essere contattate solo telefonicamente. 

Mangiare fuori costa circa come in Italia e anche fare la spesa non è così conveniente.

Quello che mi sento di consigliare, se venite direttamente dall’Italia e pensate di cucinare spesso a casa, è quello di partire con una buona spesa fatta!

 

7 – LE STRADE DELL’ISOLA

Se tenete molto alla vostra auto, e non avete un fuoristrada…non venite a Cres! 

Per raggiungere alcune spiagge ci sono lunghi tratti di sterrato da percorrere, che noi siamo riusciti a fare con la nostra utilitaria, con molta attenzione e senza fare danni.

Altre strade sono strette, si passa una macchina alla volta per senso di marcia: insomma, bisogna andare con molta cautela!

 

8 – LA FAUNA DI CRES

Una delle cose che ho amato/odiato di Cres, è stata la presenza incredibile di animali di ogni tipo!

A partire dagli insetti: una quantità straordinaria di farfalle e scarabei (dicono che portino fortuna). Anche i ragni, incontrati lungo alcuni sentieri per le spiagge, non scherzavano in quanto a dimensioni: Ale, che è aracnofobico, è stato comunque molto coraggioso!

Tantissime le specie di uccelli: a Mali Bok c’è una riserva naturale protetta con varie specie di uccelli, come i grifoni, e relative nidificazioni. Delle rondinelle avevano fatto il nido proprio sul nostro balcone!

Altri animali che troverete spesso sul vostro cammino sono le pecore: attenzione se siete in auto, perchè può capitare che invadano la carreggiata!

E infine le cicale…la nostra sveglia della mattina erano le cicale e il belare delle pecore!

Leggi anche:

LAGHI DI PLITVICE: TREKKING TRA CASCATE E NATURA INCONTAMINATA

 

9 – IL CIELO

A Cres troverete uno dei cieli più limpidi e puliti che abbiate mai visto! 

Se siete dei romanticoni come noi, andate in luogo buio e godetevi lo spettacolo del firmamento: a due passi dal mare, cullati dal dolce suono delle onde, noi abbiamo visto la nostra prima stella cadente dell’anno.

 

10 – LA MUSICA CLASSICA

Nelle serate di luglio e agosto sull’isola di Cres in Croazia si tengono tantissime serate musicali a Ossero e Lubenice. Sull’isola è una vera e propria tradizione: il festival di musica classica di Ossero si svolge dal 1976 e richiama artisti di fama internazionale.

Noi vi consigliamo soprattutto Lubenice, un borgo a strapiombo sul mare con la sua atmosfera super romantica, le sue strette vie e i cortili nascosti: la musica si diffonde ovunque e si crea un effetto magico.

lubenice cres tramonto
Tramonto a Lubenice, uno dei borghi più belli di Cres, dove ogni estate si tengono serate musicali

11 – I CAMPEGGI

Su tutta l’isola di Cres in Croazia c’è una quantità incredibile di campeggi!

Se magari avete difficoltà a trovare un alloggio, potreste prendere in considerazione questa possibilità: tra quelli più gettonati c’è il Kamp Zdovica di Valun, a ridosso della spiaggia, mentre nel sud dell’isola, vicino alle splendide calette di Punta Kriza, c’è il Camping Baldarin.

Noi all’epoca non avevamo ancora acquistato la tenda e l’attrezzatura, ma forse è stato proprio ammirando le location dove si poteva campeggiare che ci è venuta la voglia di provare l’esperienza.

 

12 – IL CIBO

Qui è una vegetariana che vi parla e purtroppo vi devo dire che la cucina Croata non è per me.

Una delle specialità è la peka di agnello: la carne viene cotta lentamente al fuoco della brace, all’interno di contenitori a forma di campana in terracotta o ghisa. Per poterla assaggiare nelle locande di Cres occorre sempre prenotarla in anticipo.

Ale ha gustato una peka di agnello con patate al forno spettacolare al Ristorante Nonina Konoba a Stivan: mi ha detto testualmente: “da leccarsi i baffi”!

Cosa importante da tenere a mente quando ordinate: le porzioni! Sono sempre abbondanti, quindi magari ordinate poco alla volta.

peka di agnello
La peka di agnello, una specialità croata tutta da gustare!

13 – I BORGHI

Non solo mare. Cercate di dedicare un po’ di tempo ai vari borghi presenti sull’isola.

Cres: centro nevralgico dell’isola è un susseguirsi di casette dai colori pastello! Noi l’abbiamo trovata molto carina anche se altrettanto turistica è piena di ristorantini sul mare.

Lubenice: andateci per assistere ad uno dei tramonti più spettacolari mai visti (noi ci siamo andati armati di borsa frigo per un aperitivo fai da te!)

Ossero: borgo di collegamento tra Cres e Lussino, con il suo ponte girevole (andate al punto successivo!) famoso per organizzare serate di musica classica nella sua piccola piazzetta. Informatevi sui vari eventi!

Valun: anche qui posto bellissimo per vedere il tramonto, tanti ristoranti sul mare ed un campeggio proprio sulla spiaggia.

 

14 – IL PONTE GIREVOLE CHE COLLEGA CRES A LUSSINO

L’isola di Cres è collegata con la vicina isola di Lussino da un ponte girevole.

Per permettere alle imbarcazioni di passare attraverso il Canale di Ossero, che collega il Quarnero con il Quarnerolo, il ponte si apre due volte al giorno, esattamente alle 9 ed alle 17.  Il consiglio è: cercate di non passare di lì proprio in questi orari! A noi è capitato..e siamo rimasti ad aspettare mezz’ora in coda, in attesa che passassero tutte le imbarcazioni.

 

15 – USATE GOOGLE MAPS PER INDIVIDUARE LE SPIAGGE SEGRETE DI CRES

Questo è un consiglio che vale non solo per Cres, ma per tanti altre destinazioni.

Il modo migliore per scovare calette paradisiache a Cres in Croazia, è aprire Google Maps e monitorare attentamente la costa! 

Di piccole spiagge ce ne sono davvero una miriade, tutte bellissime e soprattutto tranquille, dove l’unico rumore di sottofondo è quello del mare. 

Guardate bene il sentiero per poterci arrivare a piedi. Noi abbiamo trovato così una caletta tutta per noi, e siamo stati tutto il giorno da soli a goderci il mare azzurro di Cres!

cres calette nascoste
La baia di Verin, una delle scoperte fatte grazie a Google Maps!
spiagge segrete cres croazia
Una delle calette segrete di Cres
Chiara Ranucci

Chiara Ranucci

Ultimi articoli sul blog

5 commenti su “15 cose da sapere sull’isola di Cres in Crozia”

  1. Ottimi consigli Chiara. Avevo questo vago sentore che la Croazia non fosse così economica come ci si aspetterebbe.
    Una curiosità, ma quando ti trovi in nazioni in cui domina la carne nei piatti come fai???

    Rispondi
  2. Sono stata solo sull’isola di Brac in Croazia ma mi sembra di vedere che ci sono alcune cose in comune. Per esempio solo una volta arrivata a destinazione ho scoperto l’utilità delle scarpe da scogli, senza le quali non avrei potuto fare nemmeno un bagno. Per fortuna si trovano in ogni negozio!
    E poi le farfalle, con mio grande disappunto perché ne sono terrorizzata – ridi pure ?

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: