dove andare in primavera

10 idee per una gita fuori porta di primavera

Il Paese più bello del mondo e la stagione migliore per una gita fuori porta: oggi voglio darvi qualche idea per organizzare una vacanza di primavera in Italia, 10 destinazioni che sapranno ispirare la vostra prossima partenza.

Oggi il blog di Un Trolley Per Due festeggia anche i suoi primi 7 anni: ne approfittiamo per ringraziare di cuore tutti voi, sia chi ci segue da sempre sia chi è appena salito a bordo di questo viaggio per noi straordinario.

Pronti, trolley…via!

Tra i ciliegi in fiore di Vignola

Partiamo da un luogo vicino casa, da vedere in uno dei migliori momenti dell’anno: Vignola, sulle prime colline modenesi.

Qui l’inizio della primavera coincide con la fioritura dei ciliegi, che trasformano la vallata del fiume Panaro in un posto magico per fare una passeggiata.

In particolare, vi consigliamo la spettacolare Via dei Ciliegi, un semplice percorso su asfalto immerso tra i frutteti, che collega Vignola a Marano sul Panaro.

Tantissime anche le iniziative legate a questo momento tanto atteso: su tutte, la Festa dei Ciliegi in Fiore di Vignola, con mercatini e sfilate di carri allegorici (anche di notte) all’ombra della Rocca dei Contrari.

dove andare in primavera
Dove andare in primavera: tra i ciliegi in fiore di Vignola

Dove andare in primavera in Italia: sui Colli Euganei tra poesia e natura

La seconda idea per una gita fuori porta di primavera ci porta in Veneto, in particolare in provincia di Padova: è qui che si trovano i Colli Euganei, una costellazione di colline di origine vulcanica con un microclima unico in Italia.

Il Parco Regionale dei Colli Euganei custodisce tantissimi tesori artistici, culturali e naturali: il modo migliore per immergersi in questo straordinario territorio è visitare l’affascinante borgo di Arquà Petrarca, punto di partenza per un bellissimo trekking primaverile.

Come avrete capito, Arquà lega il suo nome a quello di uno dei più grandi poeti e scrittori italiani: Francesco Petrarca, che qui visse fino alla sua morte nel 1374.

Dopo aver visitato la sua casa-museo e il centro storico di Arquà Petrarca, si può partire a piedi per raggiungere il Monte Fasolo e godere di bellissimi panorami sui Colli Euganei da una posizione privilegiata.

Per un pranzo con vista, consigliatissima l’Enoteca Monte Fasolo, esattamente a metà del percorso escursionistico.

dove andare in primavera
I Colli Euganei, uno dei luoghi dove andare in primavera in Italia

Nel cuore della Val Venosta in bicicletta

Un’idea fantastica per una gita fuori porta di primavera è un’escursione in e-bike lungo la ciclabile della Val Venosta, in Alto Adige.

Partendo da Prato allo Stelvio, ai piedi del massiccio delle Alpi Retiche, si può raggiungere il bellissimo Lago di Resia, per vedere l’affascinante campanile sommerso di Curon.

Il percorso è suggestivo e attraversa alcuni borghi tra i più belli d’Italia, come Glorenza, frutteti in fiore e aree naturalistiche protette, come il biotopo del Lago di San Valentino alla Muta, prima di arrivare quasi al confine con la Svizzera.

La batteria dell’e-bike aiuta in salita e i panorami sono assolutamente favolosi: muoversi in bici è il modo migliore per godersi con calma i colori della primavera della Val Venosta.

ciclabile della val venosta
La ciclabile della Val Venosta, un’idea per una vacanza di primavera

Dove andare in primavera in Italia: una fuga romantica sulle rive del Mincio

Non solo passeggiate, trekking ed escursioni in bicicletta: la primavera è anche la stagione perfetta per una fuga romantica!

Per chi sta pensando ad un weekend di coppia coi fiocchi, Valeggio e Borghetto sul Mincio sono tra le migliori destinazioni possibili: paesaggi da favola, ristorantini sul fiume e un parco giardino tra i più belli d’Italia.

In primavera il Parco Giardino Sigurtà è un’esplosione di colori: a dominare la scena è la fioritura dei tulipani, oltre 1 milione gli esemplari presenti, tanto che l’evento Tulipanomania ha vinto anche il premio come miglior festival dedicato ai tulipani nel mondo!

dove andare in primavera
Dove andare in primavera: Borghetto sul Mincio

Grottammare, la perla della Riviera delle Palme nelle Marche

Unire una vacanza al mare in primavera con la visita ad uno dei borghi più belli d’Italia: a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno, tutto questo è possibile.

Il centro storico, nella parte alta, è un vero gioiello che si sviluppa su di una rupe rocciosa a picco sull’Adriatico, regalando panorami mozzafiato su tutta la Riviera delle Palme nel sud delle Marche.

In Piazza Peretti, cuore di Grottammare Alta, oltre alla vista magnifica dalle Logge del Teatro, c’è un ristorante che propone piatti della tradizione rivisitati in maniera deliziosa: l’Osteria dell’Arancio.

Ci si può poi rilassare in spiaggia, oppure fare una passeggiata lungo la ciclabile che collega Grottammare a San Benedetto del Tronto, altra bellissima cittadina della Riviera delle Palme.

Leggi anche: Meraviglia Picena, fuga romantica tra i borghi più belli in provincia di Ascoli

cosa vedere a grottammare
Le Logge del Teatro di Grottammare
dove andare in primavera
Dove andare in primavera: Grottammare, perla della Riviera delle Palme

Gita fuori porta di primavera in Toscana: relax alle terme naturali di Bagni San Filippo

Relax e benessere: diamo il via alla primavera dedicandoci completamente a noi stessi, lentamente, scoprendo le terme naturali di Bagni San Filippo.

Siamo in Val d’Orcia, una delle zone più suggestive della Toscana, ai piedi del Monte Amiata: qui si trovano diverse sorgenti termali dalle proprietà benefiche, alcune delle quali ad accesso libero.

Le più famose sono quelle del Fosso Bianco, raggiungibili attraverso un sentiero che si sviluppa nel bosco nella parte bassa del paese, dove è possibile ammirare anche la maestosa Balena Bianca. Si tratta di un’impressionante formazione calcarea che domina le piscine naturali (gratuite), che ricorda la bocca di una balena.

Nella parte alta di Bagni San Filippo, seguendo la strada che conduce a Campiglia d’Orcia, si trovano altre piscine termali gratuite, meno conosciute: i più mattinieri potranno godersi i benefici delle acque calde in completa solitudine!

terme gratuite bagni san filippo
Le terme gratuite di Bagni San Filippo: un’idea per una gita fuori porta in Toscana

Città da visitare in Italia ad aprile: Orvieto

Non poteva mancare l’Umbria in questo nostro viaggio tra le migliori destinazioni per una vacanza di primavera: in particolare vi consigliamo Orvieto, una città che vi sorprenderà con il suo fascino d’altri tempi.

Tutto il centro storico si sviluppa sulla sommità di un’impressionante rupe di tufo e rocce vulcaniche, il che ha permesso la costruzione di capolavori di ingegneria idraulica come il geniale Pozzo di San Patrizio.

Questo, da solo, varrebbe il viaggio in Umbria, ma poi non bisogna dimenticarsi del meraviglioso Duomo di Orvieto, al cui interno sono custoditi due immensi tesori: la Cappella di San Brizio e la Cappella del Corporale.

Con la Carta Unica di Orvieto si possono visitare le attrazioni principali di Orvieto: scegliendo il percorso Medioevo l’accesso è garantito nel Duomo, al Pozzo di San Patrizio, alla Torre del Moro e al Museo Etrusco Faina al costo di 15 euro a persona.

Non dimenticate di assaggiare il panino con la porchetta, specialità di Orvieto: il posto giusto è la Macelleria Roticiani in Corso Cavour.

orvieto cosa vedere
Il Duomo di Orvieto, splendida città dell’Umbria

Dove andare in primavera in Italia: a Chiavari per il mercatino dell’antiquariato

Ci spostiamo in Liguria, nel meraviglioso contesto del Golfo del Tigullio, e raggiungiamo Chiavari: noi ci siamo stati recentemente e ce ne siamo innamorati.

Soprattutto in occasione del mercatino dell’antiquariato, che si tiene ogni seconda domenica del mese (e il sabato che la precede) e anima il bellissimo centro storico della località ligure, con oltre 140 espositori.

Oltre ad un po’ di shopping all’insegna del vintage, a Chiavari potrete fare incetta di focaccia (l’indirizzo da segnare è il Panificio Centrale Genova) mentre andate alla scoperta degli angoli più belli della città, come Piazza Mazzini e Piazza Matteotti, sulla quale si affaccia Villa Rocca con il suo giardino da favola (ora chiuso per restauro).

Poi, per il tramonto, è obbligatoria una passeggiata sul lungomare: più di 1 chilometro di percorso esclusivamente pedonale, che collega il porto turistico a Piazza dei Pescatori.

mercatino antiquariato di chiavari
Gita fuori porta di primavera a Chiavari, per il mercatino dell’antiquariato
chiavari liguria
Il lungomare di Chiavari, in Liguria

Un tuffo nell’azzurro di Peschici in primavera

Ciò che più ci è rimasto impresso di Peschici, quando l’abbiamo visitata la scorsa primavera, è quell’azzurro del cielo, un colore che non abbiamo mai visto così intenso altrove.

Pareva fosse disegnato per far da perfetto sfondo al bianco delle case e dei palazzi, a strapiombo sul blu dell’Adriatico: vera poesia.

Visitare Peschici in primavera è un’ottima idea per evitare la confusione che affolla il Gargano durante l’alta stagione e scoprire con calma i vicoli del centro storico, le piazzette, prima di affacciarsi dai belvedere che aprono la vista all’infinito del mare.

Una volta superate le mura medievali, inizia il bello: ci si perde piacevolmente in un labirinto che conduce ad antiche chiese, botteghe artigiane e ristoranti dove deliziare il palato e la vista.

Non troppo distante da Peschici, merita una visita anche Vico del Gargano, uno dei borghi più belli d’Italia.

Leggi anche: Di trabucchi, foreste incantate e borghi del Gargano: cosa vedere a Peschici e dintorni

peschici
Gita fuori porta a Peschici, nel Gargano

Dove andare in primavera in Italia: alla scoperta dell’Arcomagno di San Nicola Arcella

L’ultima tappa del nostro viaggio è nella Riviera dei Cedri in Calabria, per andare alla scoperta della Spiaggia dell’Arcomagno di San Nicola Arcella.

Il gigantesco arco naturale è il simbolo della cittadina calabrese ed è uno dei luoghi più incredibili di tutta la Calabria, che d’estate richiama migliaia di turisti pronti “a tutto” per una foto ricordo.

In primavera, weekend esclusi, l’affollamento sarà sicuramente inferiore e ci si potrà godere la magia del luogo senza stress.

Due i modi per raggiungere l’Arcomagno, conosciuto anche come la Grotta del Saraceno: a piedi, da San Nicola Arcella e da Lido Paradiso, via mare salendo su un taxi boat che vi accompagnerà fino al vicino Lido I Gabbiani. L’accesso alla Spiaggia dell’Arcomagno è gratuito.

Visitate anche il centro storico di San Nicola Arcella, ricco di murales, e salite al Belvedere “A Villa”, alla fine di Corso Umberto I: il panorama è mozzafiato!

arcomagno calabria
Dove andare in primavera: alla scoperta dell’Arcomagno in Calabria
panorama san nicola arcella
Il panorama dal Belvedere di San Nicola Arcella

Siamo arrivati alla fine di questo viaggio tra le migliori destinazioni dove andare in primavera in Italia: speriamo di avervi dato l’idea giusta per organizzare la vostra prossima partenza.

Viva la vida, amici di Un Trolley Per Due!

Picture of Alessandro Mazzini

Alessandro Mazzini

Ho iniziato a viaggiare quando ero ancora bambino e da allora non ho più messo la testa a posto. Scoprire posti nuovi è la cosa che più mi piace e mi fa stare bene...E da quando conosco Chiara condivido questa passione con lei, che è la mia metà! Insieme prepariamo il trolley per la prossima destinazione, che sia una fuga d'amore, una semplice gita fuori porta o un'avventura da ricordare per tutta la vita!

Articoli correlati

2 commenti su “10 idee per una gita fuori porta di primavera”

  1. Vorrei sapere se siete mai stati in Spagna , nei Paesi Baschi: Santander, Bilbao, Sansebastian ecc.
    Grazie dei vostri fantastici racconti.

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER